Io non combatto

Il progetto “IO NON COMBATTO”, frutto della collaborazione tra la FONDAZIONE CANE CANEM e Humane Society International, ha come obiettivo offrire strumenti concreti contro il fenomeno dei combattimenti clandestini tra cani.

Questa pratica illegale e crudele prevede che i cani vengano addestrati per diventare vere e proprie armi, costretti a sfidarsi fino alla morte in competizioni che fruttano alla criminalità organizzata ingenti somme di denaro.

I protagonisti dello show, però, non vincono mai , anzi: spesso vengono uccisi dopo la sconfitta o muoiono a causa delle ferite riportate. A subire immense crudeltà sono, inoltre, i cosiddetti sparring partners, animali come cani, gatti, cinghiali e uccelli domestici, usati per l’addestramento dei combattenti. Vittime si rivelano anche i cani utilizzati come fattori o fattrici , detenuti in piccole gabbie, privati di stimoli e di una gestione in linea con le caratteristiche etologiche della specie.

Nell’ambito del progetto, e grazie al supporto dei Carabinieri di Sala Consilina e con l’ausilio dei Carabinieri Forestali di Padula, il 20 novembre sono stati salvati e trasferiti in un rifugio di Roma sei cani pitbull impiegati in questa brutale pratica, e ora sotto la custodia giudiziaria della FONDAZIONE CAVE CANEM.

Grazie al pronto intervento dei medici veterinari e degli educatori cinofili , i sei cani sono stati immediatamente sottoposti agli accertamenti e alle valutazioni necessarie a stabilire il miglior percorso di riabilitazione per ognuno di loro restituendo l’equilibrio perso e donando loro la speranza di una famiglia.

Questa operazione è la prima di innumerevoli azioni integrate, contemplate dal progetto IO NON COMBATTO, e pensate per riportare l’attenzione su un fenomeno criminale di violenza inaudita quale è il combattimento tra animali: informazione, formazione e sensibilizzazione delle nuove generazioni.

IO NON COMBATTO agisce, pertanto, in contrasto al fenomeno dei combattimenti clandestini, attraverso attività di ricerca e divulgazione scientifica, operazioni sul campo, sensibilizzazione dell’opinione pubblica, riabilitazione comportamentale di cani traumatizzati e formazione di personale specializzato.

Gli incontri formativi previsti per il 2022, saranno rivolti a medici veterinarieducatori cinofilioperatori di canilimagistrati e Forze dell’Ordine, in modo che possano riconoscere i segnali della presenza di combattimenti clandestini sul territorio e agire prontamente.

Gallery

Abbiamo

bisogno di te

La tua donazione ci aiuterà a sostenere i costi per il recupero comportamentale, le cure veterinarie, il cibo e le spese legali per tutelare i loro diritti.

Dona ora

FCC_icona07

Puoi sostenere i nostri progetti effettuando una donazione con bonifico bancario intestato a:
Fondazione CAVE CANEM
Codice IBAN: IT 57 S 03069 09606 100000169682

Se desideri donare con bonifico, dopo aver effettuato l’operazione, ti chiediamo di inviare i tuoi dati anagrafici tramite e-mail all’indirizzo [email protected] così potremo inviarti la ricevuta fiscale.