(Italiano) Un colpo di coda alla solitudine


(Italiano)
Aiutare cani e gatti abbandonati è un’esperienza che salva gli anziani rimasti soli.
Il progetto nasce con l'intento di alleviare la solitudine di cani senza famiglia e anziani favorendo l’incontro e l'interazione tra loro. Verranno coinvolti tre amministrazioni comunali che si sono distinte per valide politiche assistenziali poste in essere a favore delle fasce deboli e che hanno mostrato attenzione alla gestione e all'accudimento di cani senza famiglia.
Il Natale, il Capodanno, la Pasqua, le vacanze estive per molti sono un momento di gioia da vivere con le persone care, per altri sono momenti in cui la solitudine e l’assenza di una famiglia si fanno sentire ancora più forte. È il destino che spesso accomuna le persone anziane e i cani abbandonati in canile rifugio. Se solo potessero incontrarsi, vivrebbero insieme momenti di gioco e socializzazione. Con questa consapevolezza la Fondazione CAVE CANEM ha deciso di dare vita al progetto “ un colpo di coda alla solitudine”.
Le attività
1. Avviare una campagna di reclutamento di anziani volontari disposti a prestare attività nei canili rifugio. La Fondazione finanzierà la realizzazione di corsi di formazione a carattere teorico pratico per preparare i partecipanti alla corretta interazione con i cani  senza famiglia. Sarà previsto un servizio di navetta casa/casa di risposo/canile e ritorno per agevolare gli spostamenti.
Gli anziani coinvolti avranno la possibilità di vivere momenti spensierati e colmare i momenti di vuoto, agevoleranno la socializzazione dei cani coinvolti aumentandone le possibilità di adozione.


Studio